Notizie‎ > ‎

Gioco, avventura e servizio: riparte l'attività scout

pubblicato 04 nov 2014, 14:11 da Simona Guerrini
Nel corso di Ottobre i sei gruppi della zona di Siena hanno ripreso le attività nelle loro parrocchie

Gioco, avventura e servizio. Su questi tre pilastri sono ripartite le attività dei gruppi scout toscani dell'Agesci (Associazione Guide E Scout Cattolici Italiani) che continuano a mantenere viva la proposta educativa nata nel 1907 da un'intuizione di Robert Baden-Powell per bambini e ragazzi dagli 8 ai 21 anni.
Ottobre è stato il mese in cui i sei gruppi della zona di Siena sono tornati ad animare le loro sedi e le loro parrocchie, dando il via ad un nuovo anno che si concluderà l'estate prossima con i vari campi estivi. Questi mesi saranno dunque caratterizzati da avventura, gioco, divertimento, imprese, vita all'aria aperta, attività manuali, esperienze di comunità, crescita spirituale, senso civico e servizio al prossimo: questi sono solo alcuni dei fondamenti di una pedagogia che vede i giovani scout come autentici protagonisti della loro crescita, vivendo la responsabilità e la cittadinanza attiva.

La zona di Siena vanta al momento due gruppi cittadini: il Siena 3 presso la basilica dell'Osservanza e il Siena 12 che si divide tra Uopini, Costone e Acquacalda. A questi si aggiungono nei rispettivi paesi il Monteroni 1, il Montepulciano 1, il Rapolano1 e il Valdelsa 1 con sede a Colle Val d'Elsa.

Quello appena iniziato sarà un anno particolare per lo scautismo perché i bambini dei branchi e i ragazzi dei reparti saranno coinvolti in due importanti appuntamenti regionali che permetteranno loro di confrontarsi con i coetanei di tutti i 102 gruppi toscani. Particolarmente significativo è l'inedito evento che in primavera coinvolgerà quasi 3.000 Lupetti/Coccinelle in occasione delle "Fiera delle Specialità", un campo di tre giorni tutto dedicato allo strumento delle specialità, cioè quelle attività svolte dai bambini per migliorare le proprie capacità caratteriali, fisiche e manuali. Nella branca Esploratori/Guide, i più grandi di ogni reparto (nati nel 1999 e 2000) vivranno pienamente l'avventura mettendo in gioco le loro competenze in una gara regionale di imprese che si concluderà con un grande evento in programma a maggio. Per i ragazzi della branca Rover/Scolte, infine, questo sarà l'anno in cui dovranno dare seguito a quanto vissuto la scorsa estate in occasione della Route Nazionale, il campo che ha riunito a San Rossore 30.000 scout da tutta Italia.
Comments